Tutela e conservazione del cimitero di Monte San Savino

Home / / / Tutela e conservazione del cimitero di Monte San Savino

PROGETTO DI TUTELA E CONSERVAZIONE
DELL’ANTICO CIMITERO EBRAICO DI MONTE SAN SAVINO

PROVINCIA DI AREZZO – LOCALITA’ “IL CAMPACCIO”
OPERE SECONDO STRALCIO

Monte san savino cimitero Monte san savino cimitero2

A – CENNI STORICI

Il Cimitero ebraico di Monte San Savino occupa un’area di circa mq 3.000 ai piedi di una collina su un versante con forte pendenza e termina a valle con un muro di sostegno in pietra a confine con il Fosso Ghisi. Vi si trovano antiche lapidi con iscrizioni e simboli ebraici, la più antica delle quali risale al 1512, ne sono state identificate altre del 1740 e del 1783.

B – DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’area si presenta caratterizzata da una vegetazione boschiva che nel tempo è venuta infittendosi fino a ricoprire tombe, lapidi, muri in pietra e percorsi. L’ abbandono dell’area e la totale mancanza di un sistema di regimazione delle acque piovane avevano determinato fenomeni di erosione e dilavamento della superficie che ha spinto a valle terreno e detriti ricoprendo ulteriormente lapidi e lastre in pietra e provocando il crollo di diverse porzioni di antica muratura di contenimento del terreno e argine in pietra posta sul confine a valle con il fosso.

B1 – DESCRIZIONE INTERVENTI DI RESTAURO REALIZZATI

Sono stati realizzati interventi messa in sicurezza consistenti in pulizia ed asportazione delle piante infestanti, regimazione e drenaggio delle acque superficiali, l’area è stata recintata ed è stato realizzato un cancello d’ingresso

B2 – DESCRIZIONE INTERVENTI DI RESTAURO DA REALIZZARE

Dopo la messa in sicurezza dell’area è prevista ora la realizzazione delle seguenti opere:
1. Ricostruzione delle porzioni franate del muro di sostegno a valle sul fosso e consolidamento delle parti rese instabili
2. Opere di ricerca, articolata per settori secondo una griglia di progetto, per il ritrovamento dei percorsi preesistenti, delle lastre e lapidi tombali ricoperte dalla coltre vegetale e dai riporti di terreno dilavati. Pulitura e consolidamento degli elementi in pietra, assemblaggio degli elementi rotti o lesionati.
3. Opere di ricollocazione delle lastre tombali sulla base dei risultati della ricerca storica e della ricostruzione e traduzione delle trascrizioni funerarie.
4. Creazione di percorsi di accesso e sentieri interni che consentano la visita e la manutenzione dell’area. Tali percorsi manterranno il carattere di sentieri boschivi in terra battuta e saranno realizzati mediante interventi di contenuta modellazione del terreno in pendio. Si prevede infine la messa a dimora di essenze nel rispetto delle norme rituali della tradizione ebraica

Related Projects

Start typing and press Enter to search

opera-del-tempio-progetto-vetrate4Opera-del-tempio--museo-di-siena2